Stampa
Visite: 528

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Foto di Magicbowls da Pexels

Come spesso accade questo è uno dei pensieri legati alla filosofia Tibetana, difatti anche qui ci sono svariate scuole di pensiero che possono divergere tra loro nonostante abbiamo molti punti in comune. Personalmente sto approfondendo questa filosofia in quanto mi sta veramente dando molto e vorrei condividerla con voi.

Attenzione: conoscerla non significa diventare "buddisti" o rinnegare il proprio credo religioso, bensì aprire la propria mente e conoscere meglio le varie realtà che ci circondano e magari migliorare il nostro stato di salute psicofisico.

Quindi approfondiamo la filosofia tibetana e scopriamo come questo può migliorare la nostra vita quotidiana; scopriamo il nostro QI (chi).

Il QI riguarda la nostra forza interiore che molto spesso non sappiamo gestire ma ancor prima non sappiamo sviluppare.

Sviluppare il QI richiede impegno e sforzo, probabilmente,  superiore alle nostre aspettative tuttavia una volta che inizieremo a "coltivarla" potremmo scoprire nuove energie e forze del nostro corpo!

Esiste poi la forza esteriore tuttavia, questa forza, svanisce con il tempo e con le malattie, per questo motivo dobbiamo concentrarci sullo sviluppo del QI il quale una volta iniziato a sviluppare non svanirà né con l'età né con le malattie (che il QI sviluppato spesso ci aiuterà a prevenire) ma anzi tenderà sempre ad aumentare.

Dice il Monaco Shi Heng Chan: "per quei pochi che imparano a sviluppare il proprio QI, la ricompensa è senza prezzo"

Sviluppare il QI ci permetterà di "sentire" il nostro corpo pieno di energia e vitalità (sentiremo vibrare l'energia dentro di noi) per tutto il giorno indipendentemente da eventuali sforzi fisici o stanchezza. Il QI ben sviluppato permette, secondo la filosofia Tibetana, di promuovere il potere di auto guarigione del nostro corpo migliorando il nostro sistema immunitario arrivando così a prevenire malattie, alleviare il dolore, ed in qualche caso dice il Monaco Shi Heng Chan "produrre guarigioni spontanee che verrebbero considerate ai limiti del miracoloso".

Il metodo che ci consente di sviluppare il nostro QI è tramandato da millenni ed i MONACI SHAOLIN ne sono da sempre i custodi mondiali.

Ci bastano 10 minuti al giorno ed avremmo i primi risultati immediatamente fin dalla prima volta che lo pratichiamo.

Questo metodo è LO SHAOLIN QI-GONG ed è attraverso tale metodo che possiamo attivare le nostre risorse energetiche interiori.

Secondo tale filosofia vediamo come, attivando il QI, possiamo attivare energie che ci permetteranno di fare cose che non pensavamo di poter fare, riequilibreremo il nostro organismo e conseguentemente il nostro stile di vita.

Diverse sono le regole che i monaci tibetani rispettano per equilibrare e potenziare il loro QI tuttavia nessuno ci obbliga ad applicarle tutte (qualora non dovessimo condividerle o comunque dovessimo ritenerle contrastanti con alcune nostre idee ed abitudini) in ogni caso è fondamentale conoscerle ed approfondirle; io sto frequentando diversi corsi del Monaco Shi Heng Chan per approfondire le nozioni e migliorare il mio QI e vi assicuro che ne vale davvero la pena, vi consiglio di seguire il suo corso di

SHOLIN QI-GONG livello 1

 

sono certo che vi piacerà tantissimo, e ne guadagnerete accrescendo il vostro QI e il vostro stato di Benessere!

In seguito possiamo confrontarci ed approfondire il nostro pensiero e la nostra esperienza in merito.

Al prossimo articolo e ricordate di votare l'articolo, condividerlo e commentarlo.

A.Pomponi